1971 Norton Commando Fastback

Fino alla fine degli anni sessanta le grosse bicilindriche inglesi hanno rappresentato il sogno della maggior parte dei motociclisti.  Escludendo la BMW R69S, di quella cilindrata e con tali prestazioni non si produceva altro. Solo verso la fine del decennio fanno la loro apparizione le bicilindriche italiane Guzzi e Laverda e le potenti plurifrazionate giapponesi arrivano in europa all'inizio degli anni settanta. Cominciò così il declino delle vendite delle gloriose moto britanniche, ma il loro fascino non tramontò mai; oggi avere il privilegio di guidarne una regala sensazioni uniche!
 
La Norton Commando entra in produzione nel 1968. L'estetica è straordinaria e le prestazioni sono entusiasmanti. La versione originale viene presto denominata Fastback (posteriore veloce) per via dell'innovativo codino dritto in vetroresina, che le dona un tocco di grande sportività.
 
Ciò che rende la Commando veramente originale è il sistema di montaggio del suo motore: l’Isolastic. Questa tecnologia permette di isolare l’intera motocicletta dalle vibrazioni del suo propulsore. Il motore, il cambio e il forcellone oscillante, collegati rigidamente tra loro da grosse piastre di acciaio, sono vincolati al telaio per mezzo di elementi elastici in gomma.
La Norton continua ad impiegare la classica ma arcaica soluzione del cambio separato, che oggi rende ulteriore fascino all'aspetto della Commando. Tanto la BSA quanto la Triumph avevano abbandonato questa caratteristica così  "british style" già all'inizio degli anni Sessanta passando sulle loro bicilindriche al cambio in blocco.
L'avviamento è a calcio e il comando del cambio si trova sul lato destro del motore, come accadeva nella produzione europea dell'epoca. Questo richiede a noi motociclisti di oggi una certa concentrazione per dimenticare gli automatismi a cui siamo abituati. Ma il piacere di guida ci ripaga immediatamente, complice una maneggevolezza eccezionale e una "voce" inconfondibile: un vero ruggito!
Le brucianti accelerazioni della Fastback, abbinate allo scarso potere frenante del tamburo anteriore, impongono il sapiente utilizzo del poderoso freno motore per rallentare la corsa. Per queste ragioni solo un motociclista esperto potrà godersi in sicurezza le incredibili prestazioni della nostra autentica regina delle mitiche bicilindriche britanniche.
La sella, che imbottisce lateralmente il serbatoio, contribuisce a rivoluzionare l'estetica innovativa di questo modello e offre sufficiente spazio al passeggero, ma le vibrazioni si fanno decisamente sentire...

Buon divertimento!

La flotta

A tua disposizione una flotta di moto degli anni Settanta completamente revisionate. Scegli qui la tua preferita e contattaci.
Sali in sella e il loro carattere ti conquisterà.

Tutte le moto disponibili sono modelli originali dell’epoca d'oro del motociclismo, pronte per affrontare curva dopo curva le strade della terra dei motori.

Contatti

Campi obbligatori *


Ride70s
Strada Calcinelli, 10
47895 - Domagnano, Repubblica di San Marino
Cel. 393483175691 - Cel. 335/5277630
E-mail: info@ride70s.com
C.o.E. SM 024066 - Privacy Policy
Credits TITANKA! Spa © 2019